MOSTRA 2019 E CALENDARIO EVENTI

venerdì 15 marzo 2019 – 17,30 – Al via la  mostra “Metaurilia Orto di Mare”

Prende il via venerdì 15 marzo 2019 la nuova edizione della mostra “Metaurilia Orto di Mare”, allestita nel cuore di Fano, presso la sala ipogea di Palazzo Bracci Pagani. Alle 17,30 presso la Sala di Rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano il team organizzatore presenterà motivazione e contenuti della mostra, a seguire la visita guidata alla Mostra con degustazione. Il periodo espositivo non è casuale: è proprio in queste settimane che troviamo maturo nei campi, e freschissimo nei piatti il Cavolfiore Tardivo. Ebbene questo ortaggio è “la causa scatenante” la nascita di Metaurilia, il protagonista degli orti fanesi dell’epoca, il simbolo di questa Borgata Rurale.

28 marzo 2019 – 17,30 – Memo – “Seminario del Cavolo”

Non a caso questa nuova edizione si arricchisce di una sezione dedicata al cavolfiore, e di un “Seminario del Cavolo” giovedì 28 marzo 2019 ,che prenderà l’avvio alle 17,30 alla Memo, per proseguire pochi metri più in là sulle tavole dell’Osteria Il Chiostro, con una cena totalmente dedicata al re degli orti fanesi, al principe del business dagli anni Trenta agli anni Sessanta.

Le novità della mostra a Palazzo Bracci Pagani

Altra novità della mostra è la sezione dedicata al gruppo partigiano di Metaurilia, un’interessante squadra SAP di giovani e giovanissimi, che in un ambiente formalmente grato al fascismo per aver dato casa e terra, si ribella clandestinamente al nazifascismo e collabora fattivamente per la Liberazione di Fano.

Avrà ancora un posto d’onore il diorama in scala 1:87 che rappresenta la tipica casa di Metaurilia ed il suo orto, e che meglio di tante parole descrive l’ambiente e la vita degli ortolani di allora.

Diversi pannelli narreranno come Metaurilia è nata, quali “decisori” l’hanno ideata e realizzata, le contraddizioni tra propaganda fascista e realtà, l’idea di controllo sociale da un lato, e di sviluppo di un business dall’altro, che l’hanno resa possibile ed unica nelle Marche ed in Italia nel suo genere.

Le novità della mostra alla Memo

Se a Palazzo Bracci Pagani si troveranno narrate le vicende storiche ed urbanistiche, alla Memo, a partire da martedì 26 marzo 2019, potrete invece conoscere la gente che, proveniente da altre zone di Fano, si insedia in questa frazione spuntata dal nulla, e cambia completamente la propria vita. La mostra narrerà le vicende di alcune famiglie di Metaurilia e dal momento della partecipazione al bando di assegnazione delle casette di Metaurilia nel 1934, percorrerà i primi anni di fatica, la guerra, i bombardamenti,  lo sfollamento, la lotta partigiana, la ripartenza del dopoguerra fino ad arrivare agli anni Settanta, quando morendo gli ortolani originari, con loro muore anche un’epoca, una professione, un paesaggio urbano. Ne conosceremo gli amori, i drammi gli aneddoti e gli stili di vita.

sabato 16 marzo 2019 – 21,15 – Sala Verdi – Lo spettacolo “Storie del Cavolo”

Per chi amasse ascoltare storie di vita straordinarie nell’ordinario quali quelle degli ortolani di Metaurilia, non può perdere lo spettacolo con Matteo Caccia, il grande affabulatore delle sere di RadioDue, che assieme alla fisarmonica del Maestro Daniele Rossi, ci restituirà l’atmosfera e le emozioni, degli anni Trenta. A Fano, alla Sala Verdi, sabato 16 marzo alle 21,15.

domenica 31 marzo 2019 – 15,00 – Parcheggio del Centro Scarpa – Passeggiata Storico Naturalistica Immersiva

Per chi poi volesse visitare con occhi nuovi questa località, l’appuntamento è alle 15,00 di domenica 31 marzo 2019 al parcheggio del Centro Scarpa, da dove partirà una passeggiata storico-naturalistica-immersiva in un percorso di 5 km molto tranquillo, tra campagna e spiaggia, adatto a tutta la famiglia, che ne farà vedere delle belle. E che si concluderà in bellezza al Ristorante La Lanterna con il menù speciale OrtoMare.

In mostra la creatività “ortolana” dei ragazzi dell’Apolloni

A concludere l’intera edizione, una speciale Commissione premierà il migliore tra i lavori di alcuni ragazzi del Liceo Apolloni, che in un’esperienza di Alternanza Scuola/Lavoro svolta nel febbraio 2019, hanno immaginato e progettato un’installazione artistica, una sorta di monumento all’ortolano-pescatore da porre al centro di una immaginifica piazza di Metaurilia, capace di evocare e far rivivere la storia unica e speciale di questo luogo. Le opere saranno in mostra alla Memo a partire dal 26 marzo fino al 7 aprile. La data ed il luogo della premiazione saranno comunicati a breve.

Un grande lavoro di squadra e di passione

Tutti gli eventi elencati sono stati possibili grazie alla grande passione del team e del Circolo Albatros, nonchè all’importante sostegno del Comune di Fano, del Sindaco e dell’assessorato alla Cultura e Turismo in particolare. Un caloroso grazie alla Profilgass e a Giancarlo Paci, che cresciuto a Metaurilia ed a questo luogo ed alla sua gente molto legato, sostiene questo progetto fin dal suo nascere. Un grazie di cuore inoltre alla disponibilità generosa della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, e della Memo.  Un grazie particolare anche a tutte le famiglie di Metaurilia che hanno aperto con fiducia le loro scatole piene di ricordi, ed a tutti coloro che hanno accompagnato le ricerche, e contribuito ad arricchire le fonti: dall’Archivio di Stato di Pesaro e Fano, alle Biblioteche di Fano, ed ai tanti che con grande spirito collaborativo e con tanto amore per la città di Fano hanno fornito consigli e materiali preziosi. A loro dedicheremo uno spazio speciale a breve.

2019-03-09T11:40:39+00:00